Veneto Banca finanzia le aziende venete 50 milioni di Euro in una fase difficile

FINANZIAMENTO FINO A 500.000 EURO – 50 milioni di euro, è questa la cifra messa a disposizione da Veneto Banca alle imprese associate a Confindustria Vicenza. Un plafond che va controcorrente rispetto ai primi dati sul sistema bancario italiano che emergono dall’ABI: a gennaio, i finanziamenti a famiglie e imprese hanno registrato un calo del 3,3% su base annua.

La cifra stabilita dall’intesa è suddivisa tra la capogruppo Veneto Banca, 20 milioni, e le due società prodotto del Gruppo, Claris Leasing e Claris Factor, 15 milioni ciascuna. Una scelta dettata dalla volontà di rispondere in maniera esaustiva alle differenti esigenze del mondo imprenditoriale berico. Le imprese associate all’ente confindustriale vicentino potranno quindi accedere a finanziamenti a tassi agevolati, in base al rating, per un importo massimo di 500.000 euro per azienda.

CONDIZIONI CONVENIENTI PER LE ASSOCIATE – L’obiettivo condiviso dal Gruppo Veneto Banca e da Confindustria Vicenza è quello di dare nuova linfa al tessuto imprenditoriale sempre più fiaccato dal protrarsi della crisi. “La difficile congiuntura economica ha reso molto problematico l’accesso al credito da parte delle imprese – aggiunge Giuseppe Zigliotto, Presidente della Confindustria vicentina –.

Proprio per questo stiamo cercando di affiancare le aziende associate nel loro rapporto con le banche, aiutandole anche a trovare opportunità di sostegno finanziario per i loro fabbisogni, siano essi derivanti dalla gestione ordinaria che a supporto di progetti di investimento e di sviluppo. L’accordo con Veneto Banca offre tre diverse e interessanti opportunità: credito a breve termine, factoring e leasing. Tutte e tre sono caratterizzate da spread e condizioni predefinite e convenienti, oltre a presentare una giusta differenziazione in base alla classe di merito creditizio”.

COLLABORAZIONE BANCA-TERRITORIO – “Non abbiamo mai fatto mancare il sostegno alle imprese – dichiara Vincenzo Consoli, Amministratore Delegato di Veneto Banca -. Consapevoli del nostro ruolo di banca di territorio, dallo scoppio della crisi siamo in prima linea con le aziende e le associazioni di categoria dei luoghi in cui in cui siamo presenti; questo ci ha consentito di cogliere con prontezza le esigenze che si stavano delineando all’interno del sistema impresa e di rispondere con iniziative concrete e mirate, che abbiamo realizzato grazie alla fattiva collaborazione di realtà che condividono gli stessi nostri obiettivi, come Confindustria Vicenza”.

 

Fonte: industriavicentina.it